AGI LIVE

20 aprile 2021

IL RE GRILLO CORNA NON NE FA?

 "Il video di Beppe Grillo è scandaloso (in cui  difende il figlio rinviato a giudizio con l’accusa di stupro, addossando la responsabilità di tutto a una ragazza di 19 anni e ai giornali affermando tra l'altro che a 19 anni sono tutti coglioni). Caro Beppe Grillo, ti devi semplicemente vergognare. Per Maria Elena Boschi, infatti, Beppe Grillo non avrebbe dovuto utilizzare il suo potere mediatico per affrontare una vicenda giudiziaria personale che riguarda suo figlio: "Non sta a me dire se ha torto o ha ragione: per quello ci sono i magistrati".

17 aprile 2021

CENTRODESTRA SICILIA, MUSUMEXIT: C'ERAVAMO TANTO AMATI

 

"C'eravamo tanto amati per due anni e forse più, c'eravamo poi lasciati non ricordo come fu....". È questo il motivetto che da qualche tempo canta il centrodestra. Pare che la fiducia in Musumeci sia venuta meno e le esternazioni che alcuni leaders rendono alla stampa registrano una temperatura alta. Voci ufficiali, voci sussurrate, indiscrezioni, social che sottolineano una sfiducia nei confronti dell'attuale presidente della regione e che paleserebbe una scelta diversa, da Musumeci, per la prossima candidatura dell'anno prossimo. Forza Italia attacca. Fratelli d'Italia prepara Stancanelli (ma non si deve dire) alla candidatura. 

07 aprile 2021

REGIONE BANDITA. Cacopardo e l'ivermectina

 


Regione Siciliana + Università Bandita esce fuori una pseudo crasi Regione Bandita che sottolinea il gossip social che sarebbe anche divertente se sullo sfondo non ci fosse la salute pubblica e i presunti "aggiustamenti" dei dati sulla pandemia siciliana che ha portato alle dimissioni dell'assessore Razza con la difesa d'ufficio del suo consulente e docente universitario Bruno Cacopardo, che non rivela pubblicamente le ragioni dell'endorsement pubblicato e rilanciato da alcuni collaterali, ma che al proprio collega Pintaudi, che lo ha criticato, dice che chiarirà in privato le ragioni dell'esternazione. Si vergognerebbe di dirle pubblicamente?

06 aprile 2021

CACO - PARDO, OMEN NOMEN. È OMERTÀ?

 


Il prof. Pintaudi percula Cacopardo e al superconsulente di RAZZA saltano i nervi. Ma i social non perdonano e si apre una querelle infinita  nella quale si inserisce Ivan Maravigna (che riportiamo sotto)  che viene sfidato persino a duello da Caco-Pardo.

Cacopardo a Pintaudi: "Quando ci incontreremo ti spieghero' su che basi ho formulato le mie asserzioni...magari a tavola".

«Bruno Cacopardo, eh no egregio professore, non è tollerabile per la morale pubblica questo modo di agire. Chiedo scusa al professore Pintaudi se mi intrometto, da perfetto estraneo , in una conversazione privata.

05 aprile 2021

REGIONE SICILIANA: CACOPARDO CAVALLO DI RAZZA (almeno per ora)

 


È probabile che l'affaire RAZZA-Vaccini-Musumeci vada oltre ciò che appare. Anche il caso Giuffrida (PD) portavoce del presidente siciliano poi defenestrata in contemporanea alle dimissioni dell'assessore alla sanità, suo sponsor, proporrebbe una attenta riflessione su ciò che succede nei palazzi palermitani. Maravigna, in perfetto stile “Pippogrifo”,  con sottile ironia sull’endorsment di Cacopardo per RAZZA, mette in ridicolo ciò che potrebbe essere molto serio.

25 marzo 2021

GAETANO GALVAGNO: BORSE DI STUDIO MEDICHE E SANITARIE


Nel corso della seduta di ieri, l’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato le risorse aggiuntive per le borse di studio mediche e sanitarie proposte dall’on. Gaetano Galvagno (FDI). «Dopo mesi di confronto con molti giovani medici - fa sapere con una nota il parlamentare regionale - abbiamo ritenuto necessario presentare in Commissione Bilancio un emendamento a prima firma mia che implementa di tre milioni il fondo delle borse di studio. Con grande soddisfazione annuncio che l’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato l’articolo 57. Oggi - precisa l’on. Galvagno - iniziamo a sbloccare l'imbuto formativo denunciato per molto tempo dagli studenti e a rinforzare concretamente con il loro prezioso contributo le strutture dove andranno a operare. L'intervento riguarderà tutte le Scuole di Specializzazione mediche e sanitarie. Ringrazio i colleghi che hanno sostenuto il nostro emendamento e tutti coloro i quali sono rimasti al nostro fianco nel raggiungimento di questo importante obiettivo», conclude l’onorevole.


 

17 marzo 2021

🎸 CATANIA: MUSICA IL RESTO SCOMPARE


di Pietro Ivan Maravigna

NO, NON E’ UNA BARZELLETTA, MA TRANQUILLI NON SI DIMETTERA’ NESSUNO

Sintesi degli ultimi giorni a Catania: la mafia, alle ultime elezioni, ( risultanze blitz Sipario)ha influito sulle scelte degli amministratori di un Comune con un Corpo di Polizia Minicipale in cui tre vigili urbani (sempre risultanze operazione Sipario) favorivano la stessa mafia. 

12 marzo 2021

🚫 Catania: Arriva lo Tsunami. Enzo Bianco & C. rinviati a giudizio

Le "avvisaglie" c'erano tutte, nonostante le rassicurazioni, o forse le speranze, di qualche "addetto ai lavori" un po' troppo ottimista. E stamattina si sono manifestate in tutta la loro crudezza. Non è ancora mezzogiorno quando le agenzie di stampa "battono" la notizia del rinvio a giudizio, disposto dal gup Pietro Currò, di Enzo Bianco e della sua giunta con l'accusa di falso ideologico in riferimento al buco di bilancio del Comune di Catania.

08 marzo 2021

❗EMENDAMENTO GALVAGNO, STANCANELLI ASFALTA CANCELLERI


Come spesso accade, il M5S mistificando la realtà si autoattribuisce meriti non suoi. La propaganda  seriale farlocca contagia anche Cancelleri, il quale però viene subito smentito dall'europarlamentare Raffaele Stancanelli, provocando nel sottosegretario ai trasporti grillino una reazione nervosa. 
Avrebbe voluto prendersi il merito dell'operazione " stop caro voli", lui che siede al governo nazionale dopo avere tradito il madato regionale per una più comoda poltrona, ma si è scontrato con una verità documentata, confermata ulteriormente dal presidente dell'ARS Micciché, cioè, l'iniziativa è stata dell'on. Gaetano Galvagno e il M5S ha votato contro. Che figura di m.... Cancelleri! 

Vediamo lo scontro, operazione verità, tra Stancanelli e Cancelleri, in 2,30 minuti, nella trasmissione Prima Linea 
👇  

 

IL PD, GRILLO E LE SARDINE.

 


«Mi ero iscritto al Pd qualche anno fa poi mi dettero indietro i soldi e la tessera e Fassino fece la sua premonizione dicendo: si faccia un partito da sé Siamo nel caos ma il caos è creativo, quindi ho visto questo partito, il Partito democratico in cui va via una buona persona il Pd deve avere una narrazione deve avere un progetto». Così Beppe Grillo torna sul luogo del delitto dopo 12 anni, dopo aver fatto un partito e ripete il gesto irriverente nei confronti di una classe dirigente che ha perso la bussola, col cadavere politico di Zingaretti ancora caldo. 

07 marzo 2021

🛩️ GAETANO GALVAGNO: "IL GOVERNO NAZIONALE FA PROPRIO IL MIO EMENDAMENTO SUL CARO VOLI DALLA SICILIA"

 


GAETANO GALVAGNO (FDI): «Sono compiaciuto del fatto che il sottosegretario Giancarlo Cancelleri abbia portato avanti al MIT un emendamento a mia firma, presentato all’ARS nel 2019», afferma Gaetano Galvagno deputato segretario all'Assemblea Regionale Siciliana. «Curioso che Cancelleri, però, quando era parlamentare regionale, non firmò l’emendamento insieme al gruppo del Movimento 5 Stelle e che oggi invece l’ha fatta propria come Legge di Stato». 

❗❗PIETRO SENALDI INTERVISTA BARBARA BERLUSCONI


 

IL CARNEVALE IN QUARESIMA

 

06 marzo 2021

NEL CAOS PD IRROMPE GRILLO


I big del Partito democratico sono ancora 'al buio', dopo le dimissioni di Nicola Zingaretti, sulla nuova guida dei dem. La difficoltà dei principali dirigenti Dem sta nel trovare in pochi giorni, prima dell'assemblea del 13 e 14, il nome di un segretario che traghetti il partito ad un congresso costituente, e che gestisca le delicatissime amministrative di ottobre e l'elezione del Presidente della Repubblica. 

In queste ore di confusione si inseriscono soggetti esterni al Pd, come Beppe Grillo che si propone come segretario alludendo ad una alleanza tra M5s e i Dem. E le Sardine che con un lungo sit-in al Nazareno sposano la linea dell'ex segretario.

Beppe Grillo, infatti, in un post dai toni visionari e apocalittici, ha invitato il Pd a mettere nel proprio simbolo la data del 2050, come farà M5s (cosa confermata Luigi Di Maio). «Io vi invito, se mi invitate vengo, - ha scritto Grillo - faccio il segretario, vi ripeto, del Pd elevato, ci mettiamo 2050 nel simbolo, io ci sto un anno, un annetto, Conte sta di là un annetto, parliamo con tutti e facciamo dei progetti comuni».

 

ASSALTO AL PD. INTOSSICAZIONE DA PESCE

 


 "Se il Pd non va al Paese, il Paese andrà al Pd", così le Sardine preparano l'assalto al Nazareno. Così oggi il movimento delle 6000 Sardine ha dato appuntamento ai suoi militanti al largo del Nazareno a Roma, davanti alla sede nazionale del PD. Vedremo quanti saranno e cosa faranno.

Manifestazione organizzata dopo le dimissioni di Nicola Zingaretti, ormai ex segretario del Pd, che ha il sapore del dajavue. 

Di pesci applicati alla politica ne abbiamo già visti troppi. Dal tonno di Beppe Grillo a un PD ridotto a sardina ... e poi tutto finisce in gloria.

Le faide interne del M5S e dei Democratici ci fa presumere che il pesce in politica intossica.

05 marzo 2021

🥩 DAJE E RIDAJE


 Lo stillicidio non finisce. Mi vergogno che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie, quando in Italia sta esplodendo la terza ondata del Covid, c’è il problema del lavoro, degli investimenti e la necessità di ricostruire una speranza soprattutto per le nuove generazioni.

28 febbraio 2021

🚨 FAVA: “Abbiamo sbagliato a creare il mito dell’infallibilità dei giudici”. La nota di Caiazza su Davigo.

 

Ma qual è il livello di fiducia del cittadino nelle istituzioni oggi? Perché tutte queste vicende hanno spesso al centro personaggi che hanno massima copertura istituzionale. 

“Il livello di fiducia non lo devi soltanto costruire. Devi recuperarlo e riaffermarlo, giorno per giorno. Penso all’Università di Catania, alla più grande inchiesta che abbia coinvolto una università italiana e che è precipitata in un silenzio collettivo. Se leggi le intercettazioni, vedi rettori e docenti che si dicono: ‘l’università è roba nostra, appartiene alle nostre famiglie, è destinata ai nostri figli’, come certi privilegi feudali. C’è stata una reazione a tutto questo? Si è aperta una discussione che diventasse una capacità di rinascenza? No, c’è stata l’ansia di mettere tutto a tacere e fare modo che dello scandalo si parli solo nelle aule giudiziarie”.

📖 L'UOMO DEL MOMENTO: ROCCO CASALINO


video 👇



25 febbraio 2021

⭐ I PENTASUONATI AI TITOLI DI CODA

 


Nuove defezioni, il Movimento 5 Stelle con il governo Draghi ribolle. Dopo l'addio di Emanuele Dessì, potrebbe essere la volta dell'ex ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, Giorgio Trizzino e Roberto Cataldi. A sganciare quella che a tutti gli effetti è una bomba nel mondo pentastellato è Repubblica che parla di malumori continui. I tre sarebbero pronti a passare nel nuovo gruppo di un ex Cinque Stelle come loro, Emilio Carelli, il Centro-La Casa dei popolari. "Questa non è più casa mia", aveva commentato su Facebook la decisione presa Dessì, che ora passerà alla nuova componente Alternativa c'è. 

Giannini a Bonafede: "M5S sembra una setta che ha un padrone", "Non si permetta di parlare di setta!"

 


IL MOVIMENTO 5 STELLE...UNO NESSUNO CENTOMILA

"Lei dice: rifondare il Movimento con Giuseppe Conte. Ma Conte è d'accordo?". Lilli Gruber mette sotto torchio Alfonso Bonafede, ospite a Otto e mezzo su La7, e l'ex ministro grillino della Giustizia frana drammaticamente.

23 febbraio 2021

I MAGISTRATI SCRIVONO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Pubblichiamo la lettera, aperta alla adesione di tutti i cittadini, con la quale un significativo numero di magistrati indipendenti di tutta Italia ha chiesto al Capo dello Stato di intervenire, nell'ambito delle sue prerogative, per rimediare alle gravi distorsioni dell'autogoverno della magistratura, disvelate dallo scandalo meglio noto come Magistropoli.

20 febbraio 2021

Chi può dire la verità sulla giustizia


Sia pure nel silenzio imbarazzato e imbarazzante di quasi tutti i giornali qualcosa si muove dentro l'ovattato e misterioso mondo della magistratura, scosso dalle rivelazioni di Luca Palamara.

Ieri la commissione disciplinare del Csm ha disposto la rimozione da procuratore capo di Reggio Emilia e l'allontanamento dalla regione Emilia di Marco Mescolini, il pm messo lì dal «sistema Palamara» e autore di spericolate e insensate inchieste contro esponenti di Forza Italia, prima fra tutte quella che ha innescato il calvario giudiziario di Giovanni Paolo Bernini (importante dirigente del Centrodestra assolto per ben cinque volte), riportata con coraggio alla luce da Nicola Porro nella sua «Quarta Repubblica» di lunedì scorso. (ns.link 👉 🎓 EMERGENZA GIUSTIZIA. ANALISI E TESTIMONIANZE).

ROCCO CASALINO: LE TAPPE DI UNA CARRIERA

IL VIDEO👇



 

TRAVAGLIO OVVERO LA FORMA DELL'ACQUA


ADESSO GIURA, video publisher: Il governo Draghi

IL VIDEO👇

18 febbraio 2021

💰💰💰 COSA VUOL DIRE AVERE DRAGHI PREMIER

🔋 A PROPOSITO DI PANDEMIA


 

Catania: "Giornalismo per appuntamento", esposto dell'avv.Lipera


Nel silenzio di tanti, "Avvocatura e Futuro", presieduta dall'avv. Giuseppe Lipera, è intervenuta sulla vicenda che abbiamo raccontato ieri, con una nota:“Si apprende che al noto giornalista catanese Marco Benanti sia stato impedito di accedere al Palazzo di Giustizia, per svolgere la sua professione, il tutto perché si sarebbe presentato privo di appuntamento in cancelleria o perché non è parte in nessuno dei processi penali che si stavano celebrando in quel momento: cosa alquanto sconfortante poiché a Catania i più sanno che la sua attività sia dedita, per lo più, alla cronaca giudiziaria“.

13 febbraio 2021

Casalino voleva far fuori» dal Mef Daniele Franco. Oggi se lo ritrova ministro al Mef. OPS! L'audio delle minacce







 

🍔 PIÙ CHE L'ONOR POTÉ LA FAME E L'INCENDIO DIVAMPO'

 

"Sei d'accordo che il MoVimento sostenga un governo tecnico-politico: che preveda un super-Ministero della Transizione Ecologica e che difenda i principali risultati raggiunti dal MoVimento, con le altre forze politiche indicate dal presidente incaricato Mario Draghi?". Questo il quesito su Rousseau. 

C'è un errore. O meglio, una TRUFFA. Il dicastero chiesto da Beppe Grillo col quale il comico ha convinto il popolo grillino a sostenere il premier. "Una come tanti altri", la definisce Paolo Becchi che su, Twitter cinguetta: "Non c’è alcun super ministero della transizione ecologica. Il voto su Rousseau andrebbe quindi rifatto e comunque i parlamentari 5stelle non sono tenuti al voto di fiducia solo perché Di Maio ha conservato il suo posto".

Il bing bang del Movimento inizia da qui, ma qui non finisce.

🌟🌟🌟🌟🌟 IL PIÙ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIG BANG


 Amarezza e delusione emerge nelle chat private dei portavoce pentastellati (non solo nei social), come riferisce l'agenzia Adnkronos. “Ci vorrà veramente un grande fegato. Io vi anticipo che non ci riuscirò", scrive un deputato. Un’altra parlamentare poi fa notare: "Ci hanno asfaltato totalmente. Lega e Forza Italia contano più di noi". "Sarà difficile, molto difficile", ammette una collega. Un vero e proprio terremoto, che rischia di far implodere il Movimento.

11 febbraio 2021

👺 HOPLA' NON C'E' DUE SENZA TRE. Lasupposta Quotidiana di Polibio (4)

 

GIARRUSSO, L'IMBONITORE PER PECORELLE SMARRITE

 

La faccia bronzinea di Dino Giarrusso, grillino tra i più surreali, improbabili per la sua risolutezza nel difendere l'indifendibile, l'impossibile, nella sua missione quotidiana, sui social, nel partito delle stelline cadenti. E dall'indifendibile passa alla farsa. Difende la pagliacciata grottesca del M5s con il voto sulla piattaforma Rousseau per decidere su Mario Draghi e il suo governo. 

Voto annunciato, poi congelato, dunque riaperto in fretta e furia, per paura delle urne. Sanno benissimo, come peraltro afferma l'Elevato Grillo, che se si andasse a votare il Movimento sarebbe annientato. Quindi meglio tirare a campare in attesa di fusioni, incorporazioni o annessioni.

Tutto ciò in un contesto da saloon, con duelli al sole, accuse bilaterali e stracci volanti. Eppure, per Giarrusso, va tutto bene così. Anzi, benissimo. Un imbonitore per pecorelle smarrite.